CONCORRENZA. Adoc chiede all’Antitrust un’indagine sui buoni pasto

Dopo l’indagine avviata nei giorni scorsi sulle carte prepagate, l’Aduc chiede oggi all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di attivarsi anche nell’ambito dei buoni pasto. Secondo l’associazione, infatti, il settore ticket presenta gli stessi rischi di abusi ai danni dei consumatori e di distorsioni del mercato.

L’assenza di un sistema ben regolato, rileva l’associazione, può indurre taluni commercianti ad alterare i prezzi finali, con ovvie conseguenze per i lavoratori-consumatori. "Riteniamo che – sostiene il Presidente dell’Adoc Carlo Pileri -, anche nel settore ticket si verifichino danni ingenti ai consumatori, che risentono della mancanza di trasparenza della materia e dei comportamenti dei commercianti, che in molti casi hanno gonfiato i prezzi dei prodotti "da buono pasto". Riteniamo, inoltre, che prevedere la scadenza della validità determini un guadagno ingiusto del gestore che va a discapito dei consumatori. Pertanto chiediamo all’Antitrust di approfondire anche il settore buoni pasto, al fine di valutare la sussistenza di pericoli per i consumatori e di rivedere l’attuale norma".

Comments are closed.