CONCORRENZA. Antitrust Ue avvia ispezioni a sorpresa nel settore farmaceutico

Ispezioni a sorpresa nel settore farmaceutico: è quanto conferma la Commissione europea. Oggi dunque funzionari della Commissione hanno iniziato ispezioni a sorpresa nei confronti di compagnie attive nel settore farmaceutico (delle quali non vengono resi noti i nomi). La motivazione è che possano essere state infrante le norme che proibiscono pratiche commerciali restrittive e abuso di posizione dominante nel mercato. Durante tali ispezioni, i funzionari della Commissione sono stati accompagnati dai colleghi delle competenti autorità antitrust nazionali.

Le ispezioni a sorpresa, informa la Commissione, sono un passaggio preliminare nelle indagini di sospette pratiche anticompetitive e non significa che le compagnie siano colpevoli di comportamento anticompetitivo, né pregiudica i risultati delle stesse indagini. "La Commissione europea – conclude una nota stampa – rispetta il diritto di difesa, in particolare il diritto delle compagnia di essere ascoltate nelle azioni legali della Commissione contro di loro". Infine, la durata delle ispezioni dipenderà da diversi fattori, compresi la complessità dei singoli casi e la cooperazione con la Commissione stessa.

Comments are closed.