CONCORRENZA. Antitrust avvia istruttoria nel settore del soccorso stradale

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un’istruttoria nel settore del soccorso autostradale per l’accertamento di un possibile abuso di posizione dominante da parte di Anas, Società Strada dei Parchi e Società Autostrada Tirrenica e di un’intesa restrittiva della concorrenza intercorsa tra ACI Global e Europ Assistance VAI.

Secondo l’Antitrust l’abusi di posizione dominante di Anas, Società Strada dei Parchi e Società Autostrada Tirrenica risiede nell’aver imposto agli operatori di soccorso un contributo per i servizi forniti dalle sale radio operative che smistano le chiamate degli utenti. Tale contributo non sembra trovare alcuna motivazione economica né risulta giustificato da alcuna normativa.

Inoltre alle tre società concessionarie viene contestato anche il fatto di aver subordinato il rinnovo dell’autorizzazione ad ACI e VAI per lo svolgimento del servizio, alla corresponsione di un significativo aumento dello stesso per ciascun intervento effettuato sulla rete. In particolare, ANAS e SP hanno applicato alle nuove convenzioni in vigore dal 2006 l’aumento del contributo per la sala radio, passando da una precedente richiesta di 3€+IVA ad un contributo di 7,5€+IVA per ogni soccorso effettuato. SAT, diversamente ma con risultati analoghi, ha richiesto alle organizzazioni di soccorso, sempre per il 2007, una quota fissa pari a € 7,00+IVA per ogni officina, convenzionata o di proprietà dell’operatore di soccorso oltre ad un contributo di sala radio pari a € 4,00+IVA per ogni soccorso effettuato.

Comments are closed.