CONCORRENZA. Antitrust avvia istruttoria su bombole Gpl in Sardegna

Gpl in bombole destinato all’uso domestico: le segnalazioni arrivate all’Antitrust denunciavano che in Sardegna il prezzo di vendita al dettaglio era quasi doppio rispetto al resto d’Italia. Per questo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un’istruttoria nel settore del Gpl (gas di petrolio liquefatto) in bombole per uso domestico nella regione Sardegna per accertare se vi siano state intese restrittive della concorrenza con danno ai consumatori.

L’istruttoria riguarda le società Eni, Butan Gas, Fiamma 2000, Liquigas, Sarda Gas Petroli di Antonio Pisano & C. e Ultragas Tirrena, attive dell’imbottigliamento e nella distribuzione all’ingrosso. È quanto si legge in una nota stampa. "L’Autorità – precisa la nota – ha ricevuto dal Garante per la Sorveglianza dei Prezzi numerose segnalazioni di consumatori che denunciavano incrementi nei prezzi di vendita del Gpl in bombole per uso domestico, con specifico riferimento all’ambito regionale della Sardegna. In particolare, dalle segnalazioni emergerebbe un prezzo di vendita al dettaglio delle bombole di Gpl sensibilmente più elevato rispetto al resto del territorio italiano (quasi il doppio)".

La documentazione di cui l’Autorità dispone, che riguarda il 2005 e 2006, evidenzia "una pressoché totale coincidenza (in livello e andamento) dei prezzi all’ingrosso praticati dai principali imbottigliatori/distributori di bombole di Gpl attivi in Sardegna, nonché una forte analogia delle dinamiche dei prezzi consigliati al pubblico di Gpl sfuso e in bombole da parte dei principali operatori, sebbene con valori assoluti differenziati. Sembra inoltre sussistere – conclude nella nota l’Antitrust – una differenza significativa, come denunciato dai consumatori, tra i prezzi di vendita al dettaglio del Gpl in bombole in Sardegna rispetto al resto del territorio italiano". L’istruttoria si dovrà concludere entro il 30 aprile 2009 e dovrà accertare "se in un mercato oligopolistico come quello dell’imbottigliamento/distribuzione all’ingrosso di bombole di Gpl in Sardegna, nel quale peraltro i consumatori non possono utilizzare combustibili alternativi per gli usi domestici, si siano realizzati comportamenti collusivi nella definizione delle strategie commerciali degli operatori".

Comments are closed.