CONCORRENZA. Antitrust multa Inuit per il messaggio pubblicitario del concorso a premi Stargame

Ancora pratiche commerciali scorrette nel mirino dell’Antitrust. La sanzione amministrativa di 100mila euro è stata inflitta dall’Autorità ai danni della società Inuit S.r.l. in qualità di professionista, che il 9 gennaio scorso ha diffuso, attraverso il quotidiano a distribuzione gratuita Epolis Roma, un messaggio pubblicitario di promozione del concorso a premi con estrazione on line "chiama e vinci", denominato Stargame. Il messaggio pubblicitario prospettava la possibilità di vincite giornaliere di vari premi, tra cui la nuova Fiat 500, nuovi telefonini RAZR V3i, televisori lcd, telefonando, però, ai numeri 899.022.543 e 899.901.030 da cellulare al solo costo di 1 euro. Con caratteri più piccoli c’era poi la scritta "+ Iva".

La segnalazione all’Antitrust è arrivata da un singolo consumatore che ha lamentato una scorretta condotta del messaggio pubblicitario, che indurrebbe il consumatore medio in errore riguardo al prezzo del servizio e della modalità di partecipazione e di vincita, informazioni queste di cui il cliente ha bisogno per prendere una decisione consapevole. L’Antitrust ha chiesto chiarimenti alla società Inuit S.r.l. ma la documentazione inviata da questa non è risultata sufficiente, non avendo specificato la durata media di una telefonata effettuata sia da telefono fisso sia da cellulare e il relativo costo, né è stato presentato alcun documento attestante l’effettiva e specifica disponibilità dei premi.

Dunque il parere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, chiamata in causa poiché la pubblicità in questione è stata diffusa a mezzo stampa, ha dichiarato scorretta questa pratica commerciale. I motivi sono stati l’omessa indicazione, comunque parziale, incompleta e con modalità di presentazione che non consentono una precisa e immediata percezione del costo esatto in virtù dei caratteri eccessivamente ridotti utilizzati; la mancanza di indicazioni relative alle istruzioni necessarie per partecipare al concorso a premi e alle effettive condizioni economiche cui è subordinata la partecipazione al gioco; l’erronea percezione che si da al consumatore inducendolo a prendere contatto con l’operatore, telefonando al numero a pagamento.

Comments are closed.