CONCORRENZA. Antitrust: ok condizionato all’acquisizione di CR Firenze da parte di Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo potrà acquisire la Cassa di Risparmio di Firenze a patto che dismetta 29 sportelli nelle province di La Spezia, Terni e Pistoia a un terzo indipendente. Lo ha stabilito l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che così spiega il motivo del via libera condizionato all’operazione: "si tratta di una misura che permette di eliminare gli effetti restrittivi della concorrenza nelle province dove l’impatto della concentrazione sarebbe risultato più significativo. La cessione degli sportelli inciderà non solo nei mercati della raccolta bancaria e nei mercati degli impieghi ma anche sull’offerta alla clientela di servizi finanziari, di risparmio gestito e assicurativi, dove ugualmente l’operazione avrebbe potuto creare effetti restrittivi".

Intesa Sanpaolo dovrà inoltre dismettere l’intera propria partecipazione nella finanziaria Agos entro un tempo determinato, con modalità che prevedono la risoluzione dei patti parasociali nonché le immediate dimissioni dei membri degli organi di gestione di Agos designati da Intesa Sanpaolo S.p.A. "Si tratta – spiega ancora l’Antitrust – di una misura idonea ad evitare che la concentrazione comporti la costituzione di una posizione dominante nei mercati del credito al consumo, dove diversamente la nuova banca avrebbe controllato ben tre società: Agos, Findomestic e Neos, due delle quali di primaria rilevanza. Lo scioglimento della joint venture con Crédit Agricole in Agos avverrà con una tempistica molto ravvicinata e con una procedura che risulta essere già in una fase avanzata. Nella valutazione dell’impegno occorre ricordare che la società acquirente del 49% di Agos, Crédit Agricole, in forza delle misure relative alla concentrazione Sanpaolo – Banca Intesa, dovrebbe diventare nel tempo soggetto autonomo dalla nuova banca, in grado quindi di esercitare rilevanti pressioni competitive nei mercati interessati, tra i quali, appunto, quello del credito al consumo".

Comments are closed.