CONCORRENZA. Commissione Ue valuta l’applicazione di un regolamento nel settore assicurativo

Oggi la Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica per il settore delle assicurazioni, inviando questionari alle industrie, alle autorità nazionali responsabili della regolamentazione e della concorrenza ed ai gruppi di consumatori. L’obiettivo è quello di valutare in che modo viene attualmente utilizzato il regolamento di esenzione per categoria, che esenta alcuni accordi di co-operazione tra imprese di assicurazione, dal divieto di pratiche commerciali restrittive, previsto dall’articolo 81 del Trattato CE. Le norme comunitarie prevedono che siano le imprese stesse a valutare se i loro accordi sono compatibili con il divieto di pratiche commerciali restrittive, ma alcune categorie di accordi non sono soggette a tale divieto.

Gli accordi in questione riguardano la fissazione di condizioni di assicurazione tipo non vincolanti, lo scambio di informazioni statistiche per il calcolo dei rischi e la creazione di pool assicurativi. La Commissione vuole analizzarne l’impatto sui vari mercati dell’Ue e valutare se, in mancanza di un regolamento di esenzione per categoria, si determinino maggiori oneri per le autorità di vigilanza e distorsioni della concorrenza; in base ai risultati di tale indagine la Commissione dovrà decidere se rinnovare il regolamento che scade a marzo 2010.

Il Commissario responsabile della concorrenza, Neelie Kroes, ha dichiarato: "Dobbiamo analizzare in che modo funziona in pratica l’esenzione per categoria nel settore delle assicurazioni e se esistono sufficienti motivi per rinnovarla. I regolamenti in materia di concorrenza per settori specifici sono strumenti giuridici eccezionali. Se devono esistere norme speciali per un particolare settore, bisogna che io sia convinta che sono giustificate in termini di benefici reali per la concorrenza e per i consumatori."

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.