CONCORRENZA. Dall’Ue nuove norme per la distribuzione e riparazione di autoveicoli

La Commissione europea ha adottato nuove norme di concorrenza per gli accordi tra i produttori di autoveicoli e i loro rivenditori, riparatori e distributori autorizzati di pezzi di ricambio. Le nuove norme incrementeranno la concorrenza sul mercato della riparazione e della manutenzione migliorando l’accesso alle informazioni tecniche necessarie per le riparazioni e agevolando il ricorso a pezzi di ricambio alternativi.

Questo nuovo regolamente permetterà alla Commissione di combattere le pratiche abusive dei produttori per quanto riguarda le garanzie, consistenti nell’esigere che il servizio dopo vendita sia effettuato soltanto dalle officine autorizzate. Infine, le nuove norme comporteranno una riduzione dei costi di distribuzione per le nuove autovetture eliminando le norme troppo restrittive.

"Sono fermamente convinto – ha affermato Joaquin Almunia, vicepresidente della Commissione e commissario responsabile per la concorrenza – che il nuovo quadro normativo apporterà vantaggi tangibili ai consumatori con un abbassamento dei costi per le riparazioni e la manutenzione che incidono eccessivamente sul costo totale di una macchina durante l’arco della sua durata. Anche il costo della distribuzione risulterà ridotto grazie alla soppressione delle norme troppo restrittive".

Le nuove norme entrano in vigore il 1° giugno 2010 per quanto riguarda i mercati della riparazione e della manutenzione e il 1° giugno 2013 per quanto riguarda i mercati della vendita degli autoveicoli e saranno valide fino al 31 maggio 2023. La Commissione seguirà l’evoluzione della situazione e prenderà le misure adeguate in caso di comportamenti problematici o di mutate condizioni della concorrenza, come ha fatto in passato.

Comments are closed.