CONCORRENZA. Gli impegni di Telecom all’Antitrust

Telecom Italia ha presentato i suoi impegni "per far venir meno i profili anticoncorrenziali" emersi dall’istruttoria che l’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato aveva avanzato lo scorso ottobre. Gli impegni riguardano l’uso di informazioni sui clienti, l’incentivazione degli agenti e la denigrazione, la tutela dei consumatori e l’attività di winback o retention ovvero la presentazione di offerte mirate ai clienti degli altri operatori o ai propri clienti in transizione.

In particolare, per quanto riguarda l’uso di informazioni sui clienti propri o altrui la società si impegna ad affidare ad una società di revisione indipendente la verifica della corretta esecuzione delle procedure esistenti per la formazione e distribuzione delle liste relative agli utenti da contattare per proporre servizi a Telecom.

In materia di tutela dei consumatori l’azienda si impegna invece ad attivare un canale di comunicazione diretta con la clientela: ad esempio una casella di posta elettronica o un numero di fax. Questo canale sarà adeguatamente pubblicizzato anche mediante apposite campagne di comunicazione. Al contatto i clienti potranno segnalare la ricezione di chiamate indesiderate, moleste o aggressive da parte degli agenti. Le segnalazioni pervenute saranno oggetto di un rapporto di verifica semestrale da parte di Telecom all’Autorità.

Comments are closed.