CONCORRENZA. Intesa restrittiva, Antitrust avvia procedimento vs E.On Rete e Linea Distribuzione

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un’istruttoria nei confronti delle società E.On Rete, attiva nella distribuzione di gas naturale in 298 comuni italiani, e di Linea Distribuzione, che svolge il servizio di distribuzione in 72 comuni delle Province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Padova, Parma, Pavia e Vicenza, per verificare se abbiano messo in atto un’intesa restrittiva della concorrenza.

Il procedimento è stato avviato alla luce di una segnalazione del Comune di Casalmaggiore che ha indetto una gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas, in qualità di capofila di un gruppo di otto Comuni cremaschi. Alcuni di questi Comuni hanno E.On Rete quale concessionario uscente, mentre altri hanno Linea Distribuzione.

Alla gara hanno partecipato solo i gestori uscenti, E.On Rete e Linea Distribuzione S.r.l, riunitisi in ATI. Gli altri concorrenti, nonostante gli inviti ricevuti, hanno infatti deciso di non presentare alcuna offerta, anche alla luce dell’impossibilità di prendere visione dell’impianto di distribuzione localizzato sul territorio interessato: E.On Rete, nonostante la richiesta del Comune di consentire l’accesso ai concorrenti, ha infatti negato il sopralluogo.

Secondo l’Antitrust, gli elementi raccolti evidenziano la possibile esistenza di un coordinamento anticoncorrenziale nella partecipazione alla gara bandita dal Comune di Casalmaggiore per il riaffidamento del servizio di distribuzione del gas in otto comuni.

Comments are closed.