CONCORRENZA. Mercato dei contenuti digitali on line, Commissione apre consultazione

"Fornire contenuti on line, quali film, musica e giochi, non solo aiuta a rendere più accessibile la cultura europea, ma offre anche all’industria europea dei contenuti una fantastica opportunità di ampliare i propri mercati".E’ quanto ha affermato il commissario europeo per la società dell’informazione e i media Viviane Reding in occasione dell’apertura della consultazione pubblica su come stimolare la crescita di un vero mercato unico comunitario per i contenuti digitali on line come i film, la musica e i giochi.

Obiettivo della consultazione, aperta fino al 13 ottobre 2006, è preparare il terreno per un vero mercato unico europeo per la fornitura dei contenuti on line. I contenuti on line – si legge in una nota dell’esecutivo – possono svolgere un ruolo fondamentale per la crescita del settore europeo delle tecnologie di informazione e comunicazione (ICT) e dei media. In Europa occidentale i sistemi per la condivisione dei contenuti on line e i relativi mercati dovrebbero triplicare entro il 2008 (la parte utente/creatore dovrebbe crescere di dieci volte). Questi sviluppi dovrebbero moltiplicarsi in tutto il settore, che già oggi costituisce l’8% del PIL della UE.

"Assicurare un facile accesso ed una distribuzione sicura dei contenuti on-line – ha aggiunto Reding – è una sfida fondamentale. Mi aspetto che i contributi alla consultazione varata oggi consentano di identificare chiaramente gli eventuali ostacoli che ancora si frappongono ad un’industria paneuropea competitiva dei contenuti on line, che la UE deve eliminare. Soltanto un mercato transfrontaliero dei contenuti on line, in cui autori, artisti e creatori siano in grado di ottenere una giusta ricompensa per il loro talento e le loro capacità, consentirà all’industria europea di competere con quella degli altri continenti."

La consultazione ha anche l’obiettivo di conoscere i pareri delle parti interessate sulle iniziative di autoregolamentazione quali la Carta del film on line, a valutare se quest’ultima possa essere utilizzata come modello per iniziative analoghe in altri settori di contenuti on line e se siano richieste misure di regolamentazione a livello UE per garantire il completamento di un vero mercato UE senza frontiere per i contenuti on line.

Clicca qui per scaricare la consultazione.

Comments are closed.