CONCORRENZA. Viacard, Antitrust: “Nessuna scadenza per le tessere”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso il procedimento per abuso di posizione dominante avviato nei confronti di Autostrade Spa (oggi Atlantia) per il caso delle tessere Viacard, accettando così, gli impegni della società stessa finalizzati a ristabilire un corretto assetto del mercato.

L’istruttoria era stata aperta lo scorso maggio dopo alcune segnalazioni di consumatori che lamentavano il mancato rimborso da parte di Autostrade del credito residuo delle tessere Viacard. "Con questo comportamento – spiega l’Antitrust – Autostrade, concessionaria esclusiva del 64% del totale delle tratte autostradali italiane, avrebbe dunque causato un aggravio economico ingiustificato e arbitrario per gli utenti finali, abusando della propria posizione dominante, con la fissazione di condizioni contrattuali ingiustificatamente gravose e un’informativa reticente, in contrasto con i principi del Codice del Consumo in base ai quali le condizioni di contratto devono essere espresse in modo chiaro e comprensibile".

Successivamente all’istruttoria, Autostrade per l’Italia (ASPI) aveva presentato alcuni impegni che sono stati accettati ora dall’Autorità, ossia:

  • completa eliminazione della scadenza delle tessere Viacard, sia con riferimento alle tessere di prossima emissione che a quelle già distribuite presso l’utenza. Per tali ultime tessere, la scadenza verrà eliminata mediante modifica del sistema informatico di gestione delle tessere.
  • realizzazione di una campagna di comunicazione, sia a mezzo stampa che via internet, nonché presso le aree di servizio autostradali, le stazioni di pedaggio e i "Punti Blu", per fornire adeguata comunicazione all’utenza delle suddette iniziative.

Comments are closed.