CONSUMI. Altromercato, arriva lo zafferano equosolidale

"L’oro dei berberi" diventa equosolidale." È in arrivo nelle Botteghe del Mondo di Altromercato il primo zafferano equosolidale. Coltivato, essiccato e confezionato in Marocco, "è un esempio – riconosciuto anche dalla FAO – di come, attraverso il commercio equo, un prodotto "tradizionale" può diventare il motore di una piccola economia locale e uno strumento di valorizzazione dell’identità dei popoli berberi della regione". Lo riferisce Altromercato in un comunicato.

Il Consorzio acquista lo zafferano ad un prezzo equo, stabilito insieme agli 11 gruppi di produttori della cooperativa Taliouine sulla base delle loro necessità e della giusta remunerazione del lavoro, garantendo compensi superiori del 30% circa rispetto a quelli di mercato.

Valore sociale si, ma anche ottima qualità. Lo zafferano di Taliouine è stato inserito tra i presidi Slow Food per il 2008.

Comments are closed.