CONSUMI. Cala a gennaio la fiducia dei consumatori. Lo rileva l’Isae

In tutte le regioni di Italia scende a gennaio la fiducia e le previsioni degli italiani sulla situazione economica del paese, a testimonianza di una situazione di relativa incertezza circa le prospettive a breve a termine dell’economia italiana. L’indice destagionalizzato sulla fiducia dei consumatori calcolato dall’istituto in questo primo mese del 2007 si attesta a 110,3 (da 113,6 di dicembre). La fiducia è in peggioramento in tutte le ripartizioni geografiche, con un calo
particolarmente marcato nel Nord Est e nel Mezzogiorno, meno intenso nel Nord Ovest e
nel Centro.

Notevole incertezza sembra caratterizzare in questa fase l’andamento delle opinioni sul quadro economico generale del paese, con il relativo indice che, dopo il balzo a 103,4 dello scorso mese, si ridimensiona a 95,7 tornando al di sotto dei valori medi degli ultimi mesi; calano anche nettamente le aspettative a breve termine, con il relativo indicatore che si attesta da 108,8 a 102,1.

Dati più positivi invece per le le valutazioni sulla situazione corrente e suquella personale degli intervistati, con i relativi indici che passano, rispettivamente, da 115,7 e 117,8 a 116,1 e a 117,9. Salgono inoltre sui massimi dall’estate del 2002 i giudizi sulla convenienza all’acquisto di beni durevoli e recuperano nettamente le valutazioni – rilevate trimestralmente – relative alle spese per abitazione (acquisto e manutenzione) e autovettura.

Comments are closed.