CONSUMI. Coldiretti: più 30% per i gruppi di acquisto solidale

I gruppi di acquisto solidale (Gas) sono aumentati del 30%. Sono formati da condomini, colleghi, parenti, gruppi di amici che decidono di fare insieme la spesa per ottenere condizioni vantaggiose e garantirsi qualità rivolgendosi direttamente a mercati all’ingrosso, agricoltori, aziende. E’ quanto emerge dal rapporto Coldiretti/Agri2000 sulle abitudini alimentari degli italiani, che ha recensito nel 2009 in Italia 600 gruppi di acquisto solidale (Gas) strutturati, rispetto ai 460 dell’anno precedente. La Lombardia, con 160 Gas, è la regione con il maggiore numero, seguono Toscana, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna. A questi si aggiungono decine di gruppi spontanei che nascono nei palazzi, nei posti di lavoro, nei centri sportivi.

"Si tratta di una tendenza che, soprattutto nelle città, sta contagiando gli italiani che – continua la Coldiretti – intendono così garantirsi un volume di acquisto sufficiente ad ottimizzare i costi di trasporto e ad accedere a più vantaggiosi canali distributivi: dai mercati all’ingrosso a quelli degli agricoltori di campagna amica, fino direttamente nelle aziende". Le modalità di acquisto variano dalla consegna a domicilio "all’adozione" in gruppo di interi animali fino alla raccolta personale del prodotto in campagna sull’albero o negli orti. E’ infatti in crescita – precisa la Coldiretti – il fenomeno del pick your own (raccolta diretta in azienda da parte del consumatore), che coinvolge 110 aziende contro le 80 del 2008.

"La vendita diretta è una opportunità per il Paese con un aumento della concorrenza che va a beneficio delle imprese agricole e dei consumatori che possono così garantirsi acquisti sicuri e di qualità al giusto prezzo – ha detto il presidente della Coldiretti Sergio Marini, sottolineando che "è anche una occasione far conoscere e divulgare i veri sapori della tradizione italiana per poterli riconoscere in tutte le altre forme di vendita senza cadere nell’inganno del falso Made in Italy".

Comments are closed.