CONSUMI. Confesercenti-Swg: per cenone Natale spesa di 2,8 mld di euro

Per la cena della vigilia di Natale le famiglie italiane spenderanno circa 2,8 miliardi di euro. Sarà un Natale a casa per 54 milioni di italiani, la quasi totalità (91%) ma un po’ meno austero delle previsioni, con una spesa media di 119 euro, in aumento del 14% rispetto al 2008. Le stime sono di Confesercenti-Swg. A fronte della spesa media, c’è poi un’ampia percentuale (41%) che non spenderà più di 75 euro, a fronte di un 23% che è disposto ad arrivare a 250 euro.

Secondo le stime della Federazione del settore alimentare della Confesercenti (Fiesa) "il mercato complessivo dei prodotti alimentari tipicamente natalizi ammonta a circa un miliardo di euro, il 30% monopolizzato dai dolci (panettone e pandoro soprattutto) per una vendita di circa 80 milioni di pezzi. Svetta su tutti il panettone tradizionale con il 45%, seguito dal pandoro con il 34% ed infine dai "farciti" con circa il 10%". Gli spumanti coprono una spesa di circa 270 milioni di euro, mentre in generale per i vini la spesa prevista è di circa 95 milioni di euro. Altre voci: 900 milioni per la carne, 730 milioni di euro per ortaggi e frutta fresca, 330 per il pesce sono le spese previste per il periodo di Natale.

Ma non tutti restano a casa a Natale. Secondo il sondaggio Confesercenti-Swg c’è anche un 2% che lo passerà in vacanza ed un altro 2% invece che andrà come ogni giorno al lavoro.

Comments are closed.