CONSUMI. Cresce la voglia di gelato: boom di artigiani al Nord

Secondo stime di Confartigianato è in crescita il numero dei laboratori artigiani di gelati: al 31 marzo 2007 erano 34.625 con 88.533 addetti e dal 2004 sono aumentati di 2.206 unità, con un tasso di sviluppo del 6,8%. Inoltre, per soddisfare le richieste del mercato, le gelaterie artigianali segnalano la necessità per il 2007 di 1.100 addetti.

Il record delle presenze è nelle regioni del Nord: in testa la Lombardia con il maggiore numero di imprese (5.743), seguita dal Veneto (3.374 imprese), dall’Emilia Romagna (3.154 imprese) e dal Lazio (2.919 imprese).

Quanto ai consumi, le famiglie italiane spendono in un anno 1,8 miliardi di € in gelati artigianali e industriali, pari a 79 euro per famiglia. Il consumo è maggiore per le coppie con figli e in coppie giovani senza figli con una spesa media tra i 130 € e i 90 € all’anno. Oltre la metà dei consumi di gelati (53,5%) si concentra nel Nord: il 31,9% del consumo è determinato da famiglie del Nord Ovest e il 21,6% da famiglie del Nord Est. Al Mezzogiorno appartiene il 28,3% dei consumi e nel Centro troviamo il rimanente 18,1%.

Per quanto riguarda i prezzi dei gelati, Confartigianato segnala una dinamica molto contenuta: la variazione tendenziale rilevata a maggio 2007 è dello 0,5%, a fronte di una crescita dei prezzi prodotti alimentari del 2,6% e di un indice generale dei prezzi al consumo salito dell’1,5%.
Inoltre la dinamica dei prezzi dei gelati nei primi cinque mesi del 2007 ha mostrato una decisa frenata: dallo 0,9% di crescita tendenziale a gennaio 2007 si è passati allo 0,8% di febbraio, allo 0,6% di marzo e allo 0,8% di aprile, con la frenata finale allo 0,5% di maggio.

Comments are closed.