CONSUMI. Crescono vendite al dettaglio. Istat: vola il settore alimentare

Lieve ripresa negli acquisti da parte dei consumatori italiani. Nel mese di agosto 2007 l’Istat ha rilevano una crescita dello 0,2% nelle vendite al dettaglio rispetto al mese di luglio. L’andamento positivo è dovuto in prevalenza al settore alimentare, che registra un +2,7%. Pressochè invariato invece il commercio di prodotti non alimentari. Il successo più evidente è quello proveniente dalla grande distribuzione ed in particolare dagli hard discount (+2,5%). Nel complesso il mercato si presenta più dinamico nelle zone settentrionali, in particolare nel Nord-Ovest.

Gli italiani preferiscono di nuovo spendere per l’acquisto di generi alimentari (+0,6% dell’indice destagionalizzato a fronte di un -0,1% per i prodotti non alimentari). In crescita soprattutto la grande distribuzione, che in agosto mostra un andamento favorevole in entrambi i settori merceologici: alimentari +3,2 rispetto a più 0,7%, non alimentari +1,7 rispetto a -0,3%. Risultati più evidenti quelli constatati presso gli hard discount (+2,5% rispetto al +0,2 deli ipermercati).

Scendendo nel particolare, ecco l’andamento delle vendite di prodotti non alimentari. Ad agosto le flessioni più importanti sono quelle relative ai settori mobili, articoli tessili ed arredamento ( -1,1%), supporti magnetici, strumenti musicali, gioiellerie ed orologerie (-0,6%). Lieve crescita invece per prodotti di profumeria e cura della persona (+1,4%) e giochi, giocattoli, sport e campeggio (+1,1%). "Nei primi otto mesi del 2007 – sottolinea l’Istat – tutti i gruppi di prodotti hanno segnato un aumento tendenziale del valore delle vendite, ad eccezione dei gruppi altri prodotti (meno 0,6 per cento) e prodotti farmaceutici e dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (meno 0,1 per cento per entrambi). L’incremento di maggiore entità ha riguardato il gruppo calzature, articoli in cuoio e da viaggio (più 1,7 per cento)".

Nella crescita delle vendite del mese di agosto, si evidenzia un’uniformità geografica, fatta eccezione per il Centro Italia (con -0,4%). I risultati più soddisfacenti provengono dal Nord-Ovest (+3,3%). "Le vendite di prodotti alimentari – afferma l’Istituto nazionale di statistica – sono aumentate soprattutto nel Nord-ovest (più 4,6 per cento) e nel Nord-est (più 3,3 per cento). Le vendite di prodotti non alimentari sono cresciute in misura più accentuata nel Nord-ovest (più 1,9 per cento) mentre hanno subito una flessione tendenziale nel Centro e nel Sud e isole (rispettivamente meno 1,3 e meno 0,6 per cento). Con riferimento al periodo gennaio-agosto del 2007 il valore del totale delle vendite al dettaglio è aumentato in tutte le ripartizioni. Gli incrementi maggiori hanno riguardato il Nord-est (più 1,3 per cento) e il Nord-ovest (più 1,0 per cento). Le vendite di prodotti alimentari sono aumentate in misura maggiore nel Nord-ovest (più 1,5 per cento), mentre nel Centro sono diminuite dello 0,5 per cento. Le vendite di prodotti non alimentari hanno registrato la crescita più marcata nel Nord-est (più 1,3 per cento) ed una lieve flessione nel Sud e isole (meno 0,1 per cento)".

Comments are closed.