CONSUMI. Dati Confcommercio, Federconsumatori e Adusbef: “Uscita da crisi è lontana”

La conferma che l’uscita dalla crisi è ancora lontana: questa l’interpretazione dei dati Confcommercio da parte di Federconsumatori e Adusbef, per i quali la flessione dello 0,7% annuo dei consumi rappresenta un dato "ancora sottostimato, visto il preoccupante andamento di tutti i parametri economici". Che le associazioni sintetizzano così: "Non solo continuano a scendere i consumi, ma continua ad avanzare la cassa integrazione (che nel 2010 potrebbe raggiungere il miliardo di ore) e rimane a livelli preoccupanti il tasso di disoccupazione. Alla luce di tali dati e dell’aumento di prezzi e tariffe, stimato dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, per il 2010, in una stangata di 1.118 euro a famiglia, il potere di acquisto si riduce di giorno in giorno (dal 2007 a oggi è sceso di ben il 9,6%)". La ricetta per una ripresa: sostegno alla domanda di mercato, attraverso una detassazione di almeno 1.200 euro annui alle famiglie a reddito fisso; blocco di prezzi e tariffe; rilancio degli investimenti per lo sviluppo tecnologico.

Comments are closed.