CONSUMI. Federconsumatori: Natale “in rosso”, in calo solo i prezzi dei tecnologici

Il calo degli acquisti oscillerà fra il 15 e il 20%, con l’unica eccezione del settore alimentare – perchè alla golosità non si rinuncia nonostante i prezzi in ascesa. Gli aumenti di prezzo interesseranno tutti i settori, dai giocattoli agli articoli da regalo all’alimentazione, con l’unica eccezione dei prodotti innovativi come televisori lcd e navigatori satellitari che vedono scendere il prezzo rispetto allo scorso anno. Risultato? "Nonostante le ottimistiche previsioni della Confcommercio, questo sarà un Natale "in rosso", a causa della crisi e delle difficoltà economiche del momento". È quanto rileva l’Osservatorio Federconsumatori che ha effettuato un monitoraggio sull’andamento dei prezzi, dei consumi e delle tendenze in occasione del Natale.

Gli aumenti non risparmiano gli addobbi e gli alberi di Natale, i giocattoli, gli articoli da regalo e l’alimentazione. I dati dell’Osservatorio registrano, dal 2007 al 2008, un aumento del 4% sui prezzi del panettone di marca, del 7% del pandoro di marca, del 6% sul prosecco, del 6% sul torrone e del 9% sul miele da 250 grammi. In controtendenza vanno invece i prodotti innovativi, tecnologici e di ultima generazione: una fotocamera digitale costa il 4% in meno rispetto all’anno scorso, un televisore lcd 20 pollici il 7% in meno, un navigatore satellitare vede un calo di prezzo del 21%.

Secondo le previsioni Federconsumatori, dunque, in questo Natale ci sarà un calo degli acquisti che per alcuni settori raggiungerà il 15% o il 20%. Non nell’alimentare, però, al quale gli italiani non sembrano disposti a rinunciare.

Comments are closed.