CONSUMI. ICC Confcommercio: a novembre più 1,7%, piccoli passi verso fine crisi

"A piccoli passi verso la fine della crisi". È questa l’interpretazione con la quale Confcommercio interpreta gli ultimi dati dell’Indicatore dei Consumi ICC, per il quale continua il momento positivo: dopo l’aumento dell’1,2% di ottobre, a novembre si è registrato un aumento dell’1,7% su base annua, confermando l’avvio per l’associazione di una fase di più solida ripresa dei consumi da parte delle famiglie. Sul mese, a novembre l’indicatore segnala un incremento dello 0,3%, che si innesta su un andamento di moderato e continuo miglioramento della spesa reale. Naturalmente rimangono gli elementi critici del quadro economico generale, specialmente in tema di mercato del lavoro.

L’aumento dell’ICC di novembre riflette "un incremento dei volumi acquistati dalle famiglie sia per i beni che per i servizi". Determinanti risultano gli incentivi auto: a novembre 2009 "la domanda delle famiglie si è concentrata principalmente su beni e servizi per la mobilità, con un incremento, rispetto allo scorso anno, del 22,8%. L’aumento registrato nell’ultimo mese riflette, oltre al deciso incremento della spesa per autovetture intestate a persone fisiche e motocicli, conseguenza anche dell’approssimarsi della fine degli incentivi, una decisa ripresa della domanda per i trasporti aerei".

Rispetto a novembre 2008, è in diminuzione dell’1,1% la domanda per beni e servizi ricreativi, mentre la componente espansiva è quella della spesa per i concorsi a pronostici. In flessione la domanda per servizi di ristorazione e alloggio. Alimentare, bevande e tabacchi registrano ancora una contenuta diminuzione che conferma le difficoltà di ritorno a dinamiche di crescita.

Comments are closed.