CONSUMI. Inchiesta di GFK rivela come gli italiani percepiscono l’aumento del costo della vita

L’economia perde colpi e i consumi calano, ma qual è la percezione dei prezzi dei consumatori italiani? A questa domanda tenta di dare una risposta una ricerca effettuata da GFK Panel Services su un campione di 1.000 famiglie rappresentative dell’universo dei consumatori italiani.

Secondo i risultati della ricerca, oltre l’83% degli intervistati da Gfk Panel Services ha osservato un incremento consistente e inesorabile dei prezzi. Tra le categorie di beni maggiormente colpite dalla crescita dei prezzi si trovano i carburanti, le bollette di luce e gas, il comparto alimentare e in particolare prodotti di base come il pane, la pasta, il riso, la frutta e verdura, il pesce e il latte. A questa categoria si aggiungono poi le spese relative alla casa (affitti, ristrutturazioni, interventi di manutenzione…).

Per tentare di combattere l’inarrestabile caro-vita, oltre il 52% degli intervistati dichiara di cambiare spesso punto vendita nel tentativo di individuare il più conveniente e il 58,9% ammette di acquistare sempre più spesso prodotti no logo, proprio per evitare di pagare un surplus di prezzo per un prodotto di marca.

Significativa la percentuale di persone che ultimamente cercano di ridurre il consumo di prodotti superflui: oltre l’82% dichiara infatti di aver tagliato l’acquisto di prodotti non strettamente necessari. Il 70,5% delle famiglie, inoltre, dichiara di prestare molta attenzione ai prezzi.

Solo il 33,3% degli intervistati dichiara che non ridurrà alcun consumo, mentre un 33,1% ridurrà il consumo di bevande analcoliche e il 34,3% ridurrà il consumo di merendine.

"L’indagine nasce con lo scopo di indagare il sentimento generale degli italiani verso i consumi in una situazione storico-economica particolare per il nostro Paese – spiega Marco Pellizzoni, Key account manager di GFK e autore della ricerca – In questo periodo di recessione, l’analisi ha confermato una preoccupazione diffusa e un’attenzione alla spesa particolare che ha portato il consumatore ad avvicinarsi ancor più al mondo del discount, delle marche private e del risparmio attraverso la ricerca delle promozioni."

Comments are closed.