CONSUMI. Indagine Cia: italiani hanno meno soldi per fare la spesa

Gli italiani hanno sempre meno soldi per fare la spesa. Riducono il budget per gli alimentari, comprano meno e acquistano prodotti di qualità inferiore. 7,7 milioni di famiglie riempiono di meno le buste della spesa e non soltanto di prodotti superflui, ma di quelli che da sempre sono ritenuti beni di prima necessità: nei "tagli" alimentari, viene fuori che il 40,2% degli italiani ha diminuito gli acquisti di frutta e verdura, il 36% quelli di pane e pasta e il 39,5% quelli di carne e pesce. Complice la perdita di potere d’acquisto e la ripresa dell’inflazione, inoltre, il 34% delle famiglie del Belpaese (7,4 milioni) dichiara di optare per prodotti di qualità inferiore e il 30% (6,6 milioni) di rivolgersi quasi esclusivamente alle promozioni commerciali.

È quanto afferma un’indagine della Cia-Confederazione italiana agricoltori, presentata in occasione della 5ª Conferenza economica in corso a Lecce. Capitolo budget dedicato alla spesa alimentare: si è passati dai 5.700 euro all’anno per famiglia nel 2008 ai 5.364 euro nel 2010, con un calo record del 6%. A livello mensile, la spesa alimentare era di 461 euro mensili a famiglia nel 2009, cala a 447 euro medi al mese nel 2010.

Per colpa della crisi, i consumatori "svuotano" il carrello e cambiano abitudini a tavola: il 60% dichiara infatti di aver modificato il proprio menù e il 34% di aver optato per prodotti di qualità inferiore.

Comments are closed.