CONSUMI. Isae: a giugno scende la fiducia dei consumatori europei

Scende a giugno la fiducia dei consumatori nell’area euro e cresce il pessimismo negli Stati Uniti. Nell’area euro si attesta ai minimi degli ultimi cinque anni la fiducia dei consumatori, con indicatori in discesa soprattutto in Francia e in Spagna, ed emergono preoccupazioni soprattutto sulle prospettive economiche familiari e generale. È quanto rileva l’Isae (Istituto di Studi e Analisi Economica) nell’inchiesta "Confronti internazionali delle inchieste sulle imprese manifatturiere ed i consumatori".

Secondo i dati diffusi dalla Commissione Europea, la fiducia dei consumatori nella media dell’area dell’euro scende a giugno a -17 (da -15 del mese precedente), sui livelli più bassi dall’ottobre 2003, a causa di un peggioramento generalizzato di tutte le componenti dell’indicatore. Emergono previsioni più pessimistiche anche sull’andamento dei prezzi al consumo. Tra i principali paesi, l’indice si deteriora in Francia e soprattutto in Spagna mentre si stabilizza in Germania; al di fuori della zona euro, peggiora anche la fiducia dei consumatori britannici. Le previsioni sulla situazione economica della famiglia sono in peggioramento in quasi tutti i principali paesi, ad eccezione della Germania dove restano stabili rispetto alla precedente rilevazione.

Quanto alle previsioni sulla situazione economica generale del paese, indicazioni sfavorevoli provengono da tutti i principali paesi, con punte di pessimismo in Francia e in Spagna e solo un lieve peggioramento invece in Germania. Si prevedono inoltre, rileva l’Isae, tensioni inflazionistiche in accelerazione in tutto i principali paesi dell’area euro e nel Regno Unito.

Comments are closed.