CONSUMI. Isae: recupera leggermente ad aprile la fiducia dei consumatori

Leggero recupero ad aprile per la fiducia dei consumatori. Migliorano in particolare le previsioni sulla situazione economica del paese e sulla convenienza all’acquisto di beni durevoli, mentre restano critici i giudizi relativi alla situazione economica della famiglia e peggiorano i giudizi sulla dinamica corrente dei prezzi, anche se risultano più favorevoli le attese per i prossimi dodici mesi. è quanto emerge dall’inchiesta mensile Isae (Istituto di studi e analisi economica) presso i consumatori.

Secondo l’inchiesta Isae la fiducia dei consumatori italiani sale ad aprile a 99,8 da 99 dello scorso mese, anche se rimane sui minimi dal maggio 2004. L’indicatore relativo alla situazione economica del paese progredisce da 78,3 a 79,2 mentre quello sulla situazione personale degli intervistati passa da 108,7 a 109,3. L’indice che sintetizza le opinioni sul quadro corrente resta sostanzialmente stazionario mentre quello relativo alle aspettative a breve termine segna il recupero più significativo, da 93,5 a 95,4. Recuperano le previsioni sulla situazione economica del paese e sulla convenienza all’acquisto di beni durevoli; critici si mantengono invece i giudizi sulla situazione economica corrente della propria famiglia. Riguardo ai prezzi, peggiorano i giudizi sulla dinamica corrente ma risultano più positive le attese per i prossimi dodici mesi.

Lieve miglioramento per le valutazioni sul quadro economico generale. A livello personale, migliorano i giudizi sulla convenienza di acquisto di beni durevoli, le previsioni sulla situazione economica della famiglia e le valutazioni sullo stato del bilancio familiare mentre peggiorano lievemente i giudizi sulla situazione economica. Recuperano, rileva ancora l’Isae, le previsioni di risparmio ma diminuiscono le possibilità di effettuarlo. Secondo l’Istituto sono inoltre in lieve aumento le intenzioni di acquisto della casa mente si ridimensionano le spese per la manutenzione della casa e l’acquisto dell’auto. In ogni caso, il recupero della fiducia segnalato a livello nazionale si distribuisce in modo eterogeneo sul territorio nazionale: miglioramento deciso nel Nord Est e nel Mezzogiorno mentre nel Nord Ovest e nel Centro l’indicatore continua a scendere.

Comments are closed.