CONSUMI. Legambiente lancia le EcoTopTen: ecco le auto e gli elettrodomestici con l’anima “verde”

Elettrodomestici e automobili: avere "un’anima verde" si può. Si possono produrre modelli più efficienti di auto, televisori, condizionatori e lavatrici che limitano l’impatto sull’ambiente. Per orientarsi in un mercato che sta prendendo in considerazione questi temi insieme alla rinnovata sensibilità dei consumatori, Legambiente ha presentato alla fiera "Fa’ la cosa giusta" le "EcoTopTen" che riguardano auto, condizionatori, lavatrici, tv, una speciale classifica dei prodotti più attenti alle esigenze ambientali. "Districarsi in un mercato dove la concorrenza tra prodotti diversi è spesso basata solo sul prezzo può essere impresa non da poco – afferma l’associazione – EcoTopTen di Legambiente è pensata quindi per offrire al consumatore uno strumento importante di informazione per scelte d’acquisto più consapevoli anche dal punto di vista ambientale".

Per quanto riguarda le automobili, sono stati selezionati oltre 850 modelli sulla base delle prime 100 marche di auto più vendute in Italia nel 2009. Nelle classifica assoluta (sono infatti redatte anche "sottoclassifiche" sulla base delle diverse tipologie di modelli), ai primi posti ci sono le ibride elettrico-benzina di grande cilindrata, che si contendono le prestazioni con le GPL di classe mini e piccola, mentre le migliori auto diesel sono quelle di piccola cilindrata. Nella top ten assoluta delle automobili, rileva dunque il rapporto, "dopo due anni di assenza dal vertice della classifica, torna al primo posto delle auto più rispettose dell’ambiente la nuova Prius di casa Toyota, l’ibrida elettrico-benzina che con soli 89 grammi di CO2 per chilometro (contro i 104 della serie precedente) vince la concorrenza delle "cugine" Honda Insight e Civic, che scendono al quarto e settimo posto. Si aggiudica la seconda posizione la mini Toyota IQ (soli 99 grammi di CO2), prima classificata nel 2009, seguita a breve distanza dalla Nissan Pixo a Gpl (96 grammi di CO2), leggera e parsimoniosa nei consumi".

Nella EcoTopTen delle televisioni, sono state prese in considerazione 180 modelli sulla base dei marchi più venduti. Questi i risultati della TopTen TV assoluta: "Le prime 10 posizioni nella EcoTopTen dei televisori sono occupate dai marchi Philips, Sharp e Samsung, con performance decisamente migliori, dal punto di vista dell’efficienza energetica, anche rispetto al criterio minimo di base per ottenere la certificazione Ecolabel. Si aggiudicano il podio due apparecchi a Led appartenenti alla categoria super grande a marchio Philips e un grande di Sharp. Dalla EcoTopTen si evince che l’industria, almeno su alcuni prodotti di punta, anticipa la politica producendo modelli di gran lunga più efficienti rispetto a quanto richiesto dalla normativa. In questi modelli le case produttrici hanno saputo coniugare innovazione, marketing e attenzione all’ambiente".

Sono 236 i modelli di lavatrice presi in considerazione per consumi relativi a un ciclo standard – lavaggio a cotone a 60° C. I risultati della classifica assoluta? "Al primo posto nella prima edizione della EcoTopTen lavatrici troviamo ben 5 prodotti a pari merito di 3 marche diverse: Bosch, Siemens (entrambe del gruppo BSH) e Hoover di Candy Hoover Group. La presenza nelle prime 10 posizioni di altri 3 marchi (Miele, Whirlpool e Aeg Electrolux) testimonia un mercato estremamente competitivo in cui numerosi produttori sono consapevoli che i consumatori sono particolarmente attenti nei confronti di minori consumi e hanno una sensibilità ambientale sempre maggiore e che questi aspetti sono ormai fondamentali per il successo commerciale di un prodotto".

"Le nostre EcoTopTen nascono per aiutare i consumatori ad orientare i propri acquisti anche dal punto di vista ecologico e, di conseguenza, stimolare l’innovazione tecnologica delle aziende produttrici – ha detto Andrea Poggio, vice direttore nazionale di Legambiente – I criteri di scelta sono stati non solo la preferibilità ambientale ma anche l’efficacia e la convenienza dei prodotti. Questa è l’evoluzione verso la vera green economy: una trasformazione industriale che può coinvolgere anche settori tradizionali". I modelli e i dossier saranno consultabili sul sito www.viviconstile.org.

PDF: Dossier elettrodomestici

PDF: Dossier automobili

Comments are closed.