CONSUMI. Pasta, la distribuzione si impegna a ridurre i prezzi

Le organizzazioni della distribuzione si sono impegnate a ridurre i prezzi della pasta riversando immediatamente sui prezzi al consumo le riduzioni dei prezzi industriali e lanciano promozioni e offerte speciali, soprattutto in vista del Natale. È quanto è emerso dall’incontro del Garante per la sorveglianza dei prezzi Antonio Lirosi con le organizzazioni della distribuzione Fida-Confcommercio, Fiesa-Confesercenti, ANCC-COOP, ANCD-CONAD, Federconsumatori-Confcooperative e Federdistribuzione. L’incontro, che si è svolto ieri, chiude le consultazioni di Mister Prezzi, avviate su disposizione del Ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, con le organizzazioni della produzione e della distribuzione.

Le associazioni della distribuzione hanno condiviso le analisi sui trend dei prezzi della pasta, da cui emerge – si legge nel verbale dell’incontro – uno scenario di diminuzione congiunturale del prezzo di grano duro e semola di grano duro, e un ulteriore aumento congiunturale dell’1,4% a ottobre del prezzo al consumo della pasta di semola, che porta la variazione annua a più 32%. I rappresentati delle associazioni hanno dichiarato, prosegue il verbale, che le imprese commerciali "non hanno trasferito integralmente sui prezzi al consumo i rialzi subiti nei listini industriali ed hanno inoltre fatto presente che l’ampiezza dell’offerta di pasta di semola sia per numero di referenze che per fasce di prezzo è aumentata nel corso di quest’anno per andare incontro alle esigenze dei consumatori".

Quali dunque gli impegni presi? Le associazioni si sono impegnate a trasferire immediatamente sui prezzi al consumo della pasta tutte le eventuali riduzioni dei listini industriali attese nel prossimo periodo. Inoltre FIDA-Confcommercio e FIESA-Confesercenti si sono impegnate a sensibilizzare i propri associati a praticare promozioni e offerte sulla pasta di semola nel periodo natalizio, mentre la Grande Distribuzione Organizzata rappresentata da ANCC-COOP, ANCD-CONAD, Federconsumo-Confcooperative e Federdistribuzione, si impegna a proporre ai consumatori la "pasta di semola di grano duro" in offerta speciale a prezzi ridotti, con promozioni e sconti sui marchi nazionali o attraverso il sostegno ai propri marchi commerciali, fino alla fine delle feste natalizie.

"Apprezziamo l’impegno assunto dalle organizzazioni della distribuzione – ha commentato il Ministro Scajola – e auspichiamo una rapida conclusione del negoziato in corso tra distribuzione e imprese produttrici sui listini 2009, per dare forza e continuità al processo di adeguamento dei prezzi al consumo al calo dei prezzi dei cereali".   

Comments are closed.