CONSUMI. Rapporto Nielsen: nel 2007 il consumo di alcolici è cresciuto del 6%

E’ cresciuto del 6% il consumo di alcolici in 53 Paesi del mondo nel 2007. Sidro e Vodka le categorie che hanno registrato una crescita più elevata nel mondo degli alcolici con un incremento del 14% per il Sidro e dell’11% per la Vodka. E’ quanto emerge dal primo rapporto globale sul consumo delle bevande alcoliche prodotto da The Nielsen Company dal nome: "What’s Hot around the Globe – Insights on Alcoholic Beverage Categories". Lo riferisce Nielsen in una nota.

Lo studio misura la crescita delle vendite a valore e l’inflazione può influenzare il trend. Il consumo globale di bevande alcoliche misurato nel rapporto è cresciuto del 6% dal 2006 al 2007, coerentemente con la crescita complessiva delle categorie di cibo e bevande. Le percentuali di crescita variano significativamente tra le regioni e all’interno delle categorie.

"In alcuni mercati come Russia e Polonia– ha spiegato Richard Hurst, Nielsen SVP beverage alcohol – assistiamo a un trend di crescita dei consumi delle marche premium grazie ad un aumento del potere di acquisto dei consumatori. L’incremento di alcune categorie nelle bevande alcoliche può essere certamente attribuito all’aumento prezzi, ma è importante tener conto che, per la loro crescita, molte regioni nei paesi emergenti stanno diventando significative per i produttori di queste categorie."

Dalla fotografia scattata da Nielsen le categorie top includono: Sidro, Vodka e bevande gassate leggermente alcoliche. In particolare, Con un aumento complessivo del 14% il Sidro alcolico è stata la categoria con la crescita più elevata. Rispetto ai Paesi analizzati, la Gran Bretagna è la nazione che, con una percentuale di crescita del 26%, guida la classifica di questa categoria da un miliardo di dollari. Nei Paesi Baltici come Lituania (44%) e Lettonia (42%), anche se le vendite a volume sono state significativamente più basse rispetto alla Gran Bretagna, si è registrata una forte crescita della categoria nel 2007 rispetto al 2006.

La Vodka invece ha avuto una crescita complessiva dell’11%. La Russia (il più grande mercato per la vendita di Vodka) ha registrato un incremento del 7%, mentre la Polonia (secondo mercato) ha avuto una percentuale di crescita del 17%. In Europa Occidentale Gran Bretagna e Francia sono stati i Paesi con la crescita maggiore, rispettivamente con l’11% e il 13%.

Infine, le bevande gassate leggermente alcoliche sono cresciute del 7%anche se alcuni Paesi hanno mostrato forti perdite rispetto all’anno precedente. L’Australia, con un mercato da 2 miliardi di dollari e una crescita del 10%, è stata il Paese leader seguita dal Giappone con un incremento del 28% in un mercato da 300 milioni di dollari. Molti Paesi hanno avuto un trend negativo, significativa è la perdita dell’1% negli Stati Uniti (il secondo mercato dopo l’Australia); seguono Gran Bretagna (-6%), Francia (-7%) ed Irlanda (-8%).

Comments are closed.