CONSUMI. Saldi, Codacons: “A Roma sono già iniziati con sconti ai clienti”

"La Regione Lazio dovrebbe seguire l’esempio della Provincia di Trento e provvedere alla totale liberalizzazione dei saldi, per salvare il commercio locale e i piccoli negozianti. Inoltre, bisognerebbe liberalizzare anche le aperture festive e gli orari dei negozi": è quanto afferma Carlo Rienzi, presidente Codacons. L’associazione sostiene infatti che, nonostante l’avvio ufficiale dei saldi nella Capitale sia previsto per il 6 gennaio, in realtà molti sconti sono già iniziati.

Afferma il Codacons: "In realtà i saldi sono già iniziati nel 70% circa dei negozi della città. In pratica si tratta di sconti equivalenti a quelli dei saldi proposti dai negozianti direttamente ai consumatori in fase di acquisto, o proposti ai clienti fidati o tesserati con lettere, sms o telefonate. Una violazione della normativa regionale sui saldi che, tuttavia, dimostra l’esigenza per gli stessi commercianti di liberalizzare gli sconti di fine stagione o quantomeno anticiparli". Secondo le stime dell’associazione, i romani spenderanno per abbigliamento e calzature circa 140 euro a persona ma solo il 60% delle famiglie potrà permettersi acquisti.

Comments are closed.