CONSUMI. Swg-Confesercenti: il Superenalotto non conosce crisi

Superenalotto e Gratta e vinci non conoscono crisi. Complice infatti la difficile congiuntura economica, continua a segnare picchi record il ricorso al gioco da parte degli italiani. Il giro d’affari complessivo ormai supera i 47 miliardi di euro. Sul settore pesano però i rischi della criminalità: l’attività illegale è stimata in almeno tre miliardi di euro. Sono i dati resi noti da un’inchiesta Swg-Confesercenti.

25 milioni di italiani (pari al 52% della popolazione adulta) puntano sul Superenalotto e quasi altrettanti sul Gratta e vinci. Secondo l’indagine, "il rito settimanale del Superenalotto può contare su "clienti" affezionati: dall’indagine risulta che 4 milioni di scommettitori (l’8%) ci prova almeno una volta a settimana, mentre tre milioni (6%) non si perdono tutte e tre le estrazioni a settimana ed altre tre milioni si presentano a giocare almeno 2 volte a settimana".

Quasi 6 milioni di italiani acquista un tagliando del Gratta e vinci da una a 4 volte alla settimana e circa mezzo milione tenta la fortuna tutti i giorni. Gli altri giochi cui ci si rivolge sono il Lotto, le Lotterie nazionali e le scommesse sportive, mentre in flessione risultano il Bingo e le corse dei cavalli.

Comments are closed.