CONSUMI. Unioncamere: spesa rallentata a luglio e agosto

L’aumento contenuto dei prezzi nei mesi di luglio e agosto scorsi ha consentito agli Iper e ai Supermercati di incrementare le vendite e far crescere il fatturato. E’ quanto mostra Vendite Flash, il bollettino del Centro Studi di Unioncamere che ha rilevato anche come nei reparti del largo Consumo Confezionato (che comprende drogheria alimentare, bevande, freddo, fresco, cura degli animali, cura della casa e cura della persona), a luglio e agosto il costo della spesa rallenta lievemente rispetto ai primi sei mesi dell’anno (-1,3% a fronte di una media del primo semestre 2007 dell’1,4%), mentre nel segmento alimentare il costo della spesa cresce dell’1.5%.

Tuttavia, all’interno del segmento si delineano però dei cambiamenti di tendenza: se accelerano il reparto del fresco e quello delle bevande non può dirsi lo stesso per la drogheria alimentare, dove i prezzi risultano in rallentamento. Fra le merceologie non alimentari del Largo Consumo Confezionato, i prodotti per la cura della casa sono interessati da una fase di decelerazione che porta il costo della spesa a crescere di circa lo 0.5% nel bimestre, tasso di variazione decisamente inferiore al +1.8% che ha caratterizzato la prima parte dell’anno. Al contrario, gli articoli per la cura della persona tendono a confermare la maggior crescita del costo della spesa gradualmente prodottasi nei mesi precedenti, assestandosi poco sotto l’1%.

Comments are closed.