CONSUMI. Unione Petrolifera, netta flessione a dicembre

Netta flessione in dicembre dei consumi petroliferi italiani ammontati a 7,1 milioni di tonnellate, con un calo dell’8,5 per cento (-657.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2005 a causa di due giorni lavorativi in meno. In particolare, i prodotti autotrazione hanno evidenziato dinamiche simili con la benzina che nel mese ha mostrato un calo del 7,2 per cento (-82.000 tonnellate) mentre il gasolio autotrazione del 2,2 per cento (-47.000 tonnellate), con la sola rete in progresso dell’1,2 per cento (+16.000 tonnellate).

I volumi immessi al consumo nel mese considerato sono stati pari a: 1,1 milioni di tonnellate (benzina auto) e 2,1 milioni di tonnellate (gasolio auto). La domanda totale di carburanti (benzina + gasolio) a dicembre è risultata pari a circa 3,2 milioni di tonnellate, con un decremento del 4 per cento rispetto al dicembre del 2005.

Le tendenze cambiano a parità di giorni lavorativi: in questo caso a dicembre la variazione dei consumi sia di benzina che di gasolio diverrebbe positiva, rispettivamente con un più 1,8 per cento e un più 12,4 per cento. Di conseguenza, anche la domanda totale di carburanti (benzina + gasolio) risulterebbe in crescita, segnando un più 7,6 per cento (+187.000 tonnellate).

Nel mese di dicembre le immatricolazioni di autovetture nuove sono scese del 2,6 per cento, con quelle diesel che hanno rappresentato il 56,5 per cento del totale. Confermata inoltre la flessione dell’olio combustibile impiegato nella termoelettrica, diminuito del 25,6 per cento, con volumi pari a 416 mila tonnellate (di cui l’82,2% rappresentato dal Btz).Nell’intero 2006 i consumi sono stati invece pari a circa 85,7 milioni di tonnellate, con una diminuzione dell’1,2 per cento (-1.007.000 tonnellate) rispetto al 2005.

Per quanto riguarda i soli carburanti (benzina + gasolio), il dato annuale mostra un aumento dello 0,3 per cento (+122.000 tonnellate) dopo il dato negativo registrato nel 2005. Nello stesso periodo l’olio combustibile impiegato nella termoelettrica ha mostrato un calo dello 0,4 per cento (-23.000 tonnellate), di cui circa l’86,8 per cento ha riguardato il Btz. Le nuove immatricolazioni di autovetture nel 2006 sono risultate in aumento del 3,7 per cento, con quelle diesel a coprire il 58,3 per cento del totale.

Comments are closed.