CONSUMI. Videogiochi, mercato da 1 mld 200 milioni. Boom dei titoli per la famiglia. Dati Aesvi

Salute, benessere, cucina, musica, cinema, azione, oltre naturalmente al calcio: l’Italia appassionata di videogiochi cerca di divertirsi e mettersi alla prova, spesso con titoli adatti a tutta la famiglia. L’Italia si conferma al quinto posto in Europa nel settore dell’industria videoludica, terzo mercato nella graduatoria dei paesi con trend di sviluppo più dinamici. Lo conferma il giro d’affari complessivo, che nel 2008 è stato pari a oltre un miliardo 200 milioni di euro fra vendite di hardware e software con un aumento del 21,6% rispetto al 2007. Sono i numeri dell’industria dei videogiochi illustrati oggi da Aesvi (Associazione Editori Software Videoludico Italiana) che ha presentato il Rapporto Annuale sullo Stato dell’Industria Videoludica in Italia, realizzato da GfK Retail and Technology con riferimento al 2008.

In 3 anni il valore del mercato dei videogiochi è raddoppiato. Il settore segna infatti nel 2008 un giro d’affari complessivo pari a 1.262,7 milioni di euro per le vendite di hardware e software, contro i 741,9 milioni totalizzati nel 2006 e il miliardo del 2007. Il tasso di crescita rispetto allo scorso anno è pari al 21,6%. Il 53,1% del fatturato 2008 deriva dalle vendite software e il 46,9% dalle vendite hardware.

Nel mercato hardware è testa a testa tra Console Home e Portable. Il segmento Home rappresenta il 49,4%, con 1.430.417 pezzi venduti e un fatturato di oltre 363 milioni di euro. Il segmento Portable si aggiudica, invece, il 50,6% del mercato, con 1.467.486 pezzi e un fatturato di oltre 228 milioni di euro. Si conferma anche per il 2008 la tendenza positiva del videogioco in mobilità ma ancora in più forte espansione è essere la fruizione domestica. Esperienze di gioco e modalità di fruizione vengono inoltre personalizzate con accessori e controllers, joypad, telecomandi e memory cards, le cui vendite sono aumentate di oltre il 40%.

Il giro d’affari del mercato software fa registrare complessivamente un fatturato di oltre 670 milioni di euro, con 19.650.860 numero di pezzi complessivi. I videogiochi per console rappresentano l’85,8% del volume ed il 91,8% del valore del mercato e crescono in maniera significativa sia in volume (più 15,9%) sia in valore (più 24,6%). Ancora in grande flessione, invece, le vendite dei videogiochi per PC.

Nella classifica dei titoli più venduti nel 2008, gli ultimi episodi delle serie calcistiche PES e FIFA si posizionano al primo e al secondo posto, mentre gli altri titoli in classifica (da WII FIT a GIULIA PASSIONE, da COOKING MAMA 2 a THE SIMS 2, da POKEMON e KUNG FU PANDA fino a GUITAR HERO e HIGH SCHOOL MUSIC) delineano come "gli italiani che videogiocano hanno voglia di mettersi alla prova divertendosi".

I generi più popolari sono i videogiochi per la famiglia. Sono infatti i games classificati come PEGI 3+ a dominare il mercato del software, crescendo di oltre il 10% e arrivando a rappresentare quasi la metà di tutti i videogiochi venduti (dal 33% al 43%). I videogiochi con classificazioni PEGI 3+, 7+, 12+ e 16+ muovono nel complesso più del 90% delle vendite.

Comments are closed.