CONTRAFFAZIONE. False griffe e giocattoli pericolosi, sequestrati oltre 300 mila accessori

Lotta alla contraffazione: bloccati all’aeroporto di Fiumicino oltre 300 mila accessori d’abbigliamento con false griffe e giocattoli pericolosi di origine cinese per un valore complessivo di circa due milioni di euro. È il risultato dell’attività di Agenzia delle Dogane e Guardia di Finanza che hanno sequestrato nello scalo romano oltre 300 mila accessori con falsi marchi "Dolce&Gabbana", "Gucci", "Guess", "Breil", "Armani", "Betty Boop", "Bratz" e "Walt Disney" e giocattoli pericolosi. I prodotti contraffatti erano stati occultati all’interno di spedizioni apparentemente regolari.

Il materiale sequestrato era di origine cinese e destinato a negozi, gestiti da commercianti cinesi, dislocati sul territorio nazionale e nei vicini paesi europei. L’operazione ha inoltre permesso di individuare i centri di stoccaggi e smistamento della merce, collocati in un magazzino nell’area Prenestina di Roma e in un punto vendita di Milano in via Sarpi, e di denunciare un italiano per importazione, commercializzazione e ricettazione di materiale contraffatto e pericoloso. Secondo i primi accertamenti, i prodotti sequestrati sono risultati identici agli originali, quindi tali da trarre in inganno i consumatori, e in alcuni casi erano realizzati con materiali pericolosi.

Comments are closed.