CONTRAFFAZIONE. Falso Made in Italy di Stato, Consumatori: chiarire responsabilità

"Lo Stato italiano è incredibilmente proprietario di una industria in Romania che, con latte romeno e ungherese, produce formaggi di pecora che vengono "spacciati" come Made in Italy sui mercati europeo e statunitense contribuendo ad uccidere con la concorrenza sleale i pastori italiani". La denuncia giunge dalla Coldiretti che parla di un "falso Made in Italy di Stato" sul quale il Ministero delle politiche Agricole si è impegnato ad indagare con l’istituzione di una apposita Commissione per fare luce sul caso.

"E’ clamoroso venire a conoscenza di pezzi dello Stato che realizzano falsi e contraffazioni agroalimentari" è quanto affermano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti Federconsumatori e Adusbef, di fronte alla scoperta di Coldiretti. "E’ necessario – aggiungono i Presidenti – chiarire fino in fondo le responsabilità del Governo per la concorrenza sleale provocata alle nostre produzioni tipiche e tradizionali, investendo anche la Corte dei Conti per verificare la sussistenza di un vero e proprio danno patrimoniale. La gravità dell’episodio impone, tra l’altro, oltre all’immediato commissariamento della struttura pubblica, anche la ricognizione di tutti i fondi impegnati per la promozione commerciale dei nostri prodotti all’estero, creando la trasparenza delle relative modalità di erogazione".

Comments are closed.