CONTRAFFAZIONE. Intimo cinese, negozio vittima di truffa

La contraffazione può fare molto male. Non soltanto ai consumatori ma anche ai commercianti, che possono finire per incappare in truffe dalle quali è difficile riprendersi. La storia è arrivata a Help Consumatori da un’attività di commercio al dettaglio di abbigliamento di Soverato (Catanzaro) che racconta di come sia stata costretta alla chiusura dopo essere rimasta vittima di una truffa nel 2007. Quale? Il negozio vendeva intimo ma, dopo numerose lamentele da parte dei clienti, si è reso conto di essere incappato in una truffa: i capi acquistati all’ingrosso erano identici all’intimo venduto in vicini negozi cinesi ma a prezzo molto più basso. Il negozio verifica, e cosa trova? Che nei capi acquistati in effetti era stata tagliata l’etichetta originale cinese e attaccato un nuovo marchio italiano. Da qui inevitabile la denuncia alla Guardia di Finanza, denuncia che però non ha impedito all’esercizio il tracollo economico.

Comments are closed.