CONTRAFFAZIONE. L’Ue firma un piano d’azione con la Cina contro il traffico di sostanze illecite

Un patto d’azione tra l’Europa e la Cina per rafforzare il controllo alle dogane e per prevenire il traffico di prodotti chimici che si usano per la fabbricazione di sostanze stupefacenti illecite. E’ quanto è stato firmato oggi tra il Commissario Ue responsabile delle dogane Laszlò Kovacs e l’ambasciatore della Cina M. Song. Questo accordo ha, inoltre, l’obiettivo di migliorare la protezione dei diritti di proprietà intellettuale, che è di un’importanza cruciale per le imprese europee di fronte al grave problema della contraffazione e ai prodotti pirata. La Cina è la principale fonte di prodotti di questo tipo, che oltrepassano le frontiere dell’Ue (circa il 60%).

Il piano d’azione prevede la formazione di un gruppo di lavoro che studierà il flusso di merci contraffatte tra la Cina e l’Ue; lo scambio delle informazioni sui rischi in materia di diritti di proprietà intellettuale; una stretta cooperazione tra i principali porti e aeroporti; lo sviluppo di partenariati con il settore privato cinese per intercettare meglio gli scambi sospetti.

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.