CONTRAFFAZIONE. MSE: si è insediato il Consiglio Nazionale per la lotta al falso

Si è insediato il Consiglio Nazionale Anticontraffazione. Un fenomeno che in Italia, afferma il Ministero dello Sviluppo Economico, costa allo Stato quasi 5,3 miliardi di euro l’anno. Ieri dunque, con l’obiettivo di creare una rete di amministrazioni di coordinamento territoriale e rafforzare la garanzia della legalità, si è insediato alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani il Consiglio Nazionale Anticontraffazione (CNAC) "con l’obiettivo di rafforzare l’azione del Governo nella lotta alla contraffazione, attraverso il diretto coinvolgimento di dieci Minister", si legge in una nota.

L’obiettivo del Consiglio è di "coordinare le iniziative delle istituzioni nazionali nella repressione della contraffazione, concentrandosi su quattro linee strategiche: creazione di una rete di amministrazioni pubbliche e di task-force di coordinamento territoriale presso le prefetture; garanzia della legalità delle attività economiche e commerciali attraverso il rafforzamento delle funzioni ispettive e di monitoraggio, nonché individuazione dei settori merceologici necessari d’interventi prioritari; informazione e formazione sull’intero territorio nazionale, destinate sia al mondo della scuola e dell’università, che del lavoro; sensibilizzazione delle imprese, affinché adottino comportamenti anti-contraffattivi".

Comments are closed.