CONTRAFFAZIONE. Medicinali, Aifa pubblica Rapporto Impact su 5 anni di task force internazionale

Progetti, proposte normative, risultati delle operazioni doganali e di polizia, iniziative di informazione ai pazienti: tutte le attività realizzate dalla task force internazionale contro la contraffazione dei farmaci è online con la pubblicazione del volume Impact: The Handbook, che illustra i primi cinque anni di attività.

Il coordinamento della segreteria della task force Impact (che sta per International Medical Products Anti Counterfeiting Taskforce) è affidata da settembre 2010 all’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, che ha curato la pubblicazione. "Questo lavoro – informa l’Agenzia – testimonia come lo scopo principale della task force sia la tutela della collettività rispetto al pericolo rappresentato dai falsi medicinali che mettono seriamente a rischio la salute della popolazione mondiale".

Fra le più recenti attività promosse da Impact, c’è la modifica, in chiave anticontraffattiva, del Codice Farmaceutico Europeo, e diverse operazioni internazionali di contrasto al fenomeno realizzate da forze di polizia e Dogane. La task force internazionale è partita nel 2006, quando per contrastare l’incremento registrato nel commercio di medicinali contraffatti a livello mondiale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità e altri enti hanno dato vita a questa iniziativa alla quale hanno aderito – su base volontaria – governi, associazioni di professionisti sanitari, enti internazionali, agenzie regolatorie forze di polizia, dogane e soggetti privati.

PDF: Rapporto Impact 2006-2010

Comments are closed.