CONTRAFFAZIONE. Pezzi di ricambio taroccati: vittima l’aspirapolvere Vorwerk Folletto

Cinquantamila pezzi di ricambio per il famosissimo aspirapolvere Vorwerk Folletto sono stati sequestrati nei giorni scorsi dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Bari nel porto di Taranto: quasi perfetti ma contraffatti. Bari era diventata la più grande centrale di smistamento, in Italia e in Europa, di ricambi per gli elettrodomestici della Vorwerk, che produce in esclusiva i Folletto e il robot da cucina Bimby.

Un imprenditore è stato denunciato: oltre ad agire in due punti vendita e di assistenza, aveva allestito un sito internet nel quale vendeva a prezzi estremamente convenienti i pezzi di ricambio dell’aspirapolvere, offerte che richiamavano clienti non solo italiani. Ma tutto il materiale era contraffatto e prodotto in Cina, anche se ci sono voluti i tecnici dell’azienda tedesca per riconoscere che si trattava di pezzi non originali.

L’azienda si è dichiarata soddisfatta per l’operazione "brillantemente condotta dalla Guardia di Finanza in Puglia contro il traffico di ricambi contraffatti di Vorwerk provenienti dalla Cina -ha detto il presidente di Vorwerk Folletto Patrizio Barsotti- Quella della contraffazione è un’autentica piaga che colpisce la nostra azienda e l’economia sana di questo Paese. Noi combattiamo da sempre il traffico di pezzi di ricambio contraffatti, che ci causano un danno economico valutabile in oltre tre milioni di euro l’anno. Oltre a questo, consideriamo il danno reputazionale che ne deriva: il consumatore, infatti, inconsapevolmente, acquista un prodotto non originale, che non presenta le caratteristiche di durata e qualità dei nostri e che quindi si deteriora molto più facilmente".

Comments are closed.