CONTRAFFAZIONE. Sicilia, cosmetici cinesi provocano shock anafilattico

Continua a destare attenzione il problema della contraffazione dei prodotti made in China. Questa volta sotto accusa alcuni cosmetici con i quali una bimba siciliana si sarebbe truccata per le prove di una recita natalizia, quando si e’ sentita male, accusando gonfiori al viso e alla lingua. I sanitari hanno parlato di uno shock anafilattico che avrebbe potuto avere delle conseguenze più gravi se non si fosse intervenuto in tempo. I prodotti erano stati donati alla bimba da un’associazione come premio per un concorso di disegno.

Secondo le ultime stime Ocse, l’ Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, il mercato dei prodotti cosmetici contraffatti è in crescita e il primo paese produttore risulta proprio la Cina. Il mercato dei falsi, secondo i dati dell’Ocse, supera ogni anno circa 200 miliardi di dollari, pari al 2% del commercio mondiale.

Comments are closed.