CREDITO AL CONSUMO. Decreto CdM trova il consenso dei Consumatori

È stata soprattutto la decisione del Consiglio dei Ministri di mantenere a 31mila euro il tetto del credito al consumo a incontrare il consenso delle Associazioni dei consumatori. L’Unione Nazionale Consumatori esprime la propria soddisfazione, anche se "occorrono delle regole certe e più restrittive che non concedano margini di azione e di lucro al limite dell’usura a tutta quella pletora di finanziarie e di società d’intermediazione, che celandosi sotto le vesti di una dubbia legalità, nascondono in realtà un pericolo costante e concreto per tutti coloro che ad esse si rivolgono per ottenere un prestito".

Anche Adiconsum condivide le tre iniziative sul credito e sulla finanza varate dal Consiglio. "Sarà ora fondamentale – si legge nella nota dell’associazione – spiegare in maniera chiara ai consumatori e ai piccoli risparmiatori i vantaggi di queste riforme e allo stesso tempo fare in maniera che il credito al consumo, che al momento è solo un disegno di legge, venga approvato in tempi rapidi dal Parlamento".

Ricordando i dati allarmanti riguardo al credito al consumo in Italia, il Codacons, che giudica comunque positivamente le norme varate oggi, chiede un intervento del Governo per disincentivare il ricorso all’indebitamento: "Se si considera il numero di abitanti del nostro paese e il livello record raggiunto dal credito al consumo nel 2006 (85,3 miliardi di euro), ne deriva che ogni singolo cittadino italiano, anche neonato, è indebitato mediamente per 1.445 euro. E il dramma si presenterà nei prossimi mesi, quando cioè i debiti contratti oggi dovranno essere saldati, e molte famiglie saranno impossibilitate ad affrontare gli impegni".

Adusbef e Federconsumatori chiedono, infine, che siano stabilite regole molto più strette e severe "per impedire a migliaia di finanziarie e di intermediari senza requisiti né controlli di esercitare la professione di "strozzini" legali nei confronti dei pensionati, delle famiglie e dei commercianti".

CREDITO AL CONSUMO. CdM, ok a schema decreto: tetto resta 31mila euro

Comments are closed.