CSR. Abi, Confindustria e MSE firmano protocollo per cultura sostenibilità

La cultura della sostenibilità può contribuire alla tenuta del tessuto economico e sociale e accelerare la ripresa dalla crisi economica. È da questa premessa che muove il protocollo d’intesa firmato oggi a Roma da Abi (Associazione bancaria italiana), Confindustria e Ministero dello Sviluppo economico con l’obiettivo di "favorire il confronto, il dialogo e la collaborazione tra istituzioni, imprese, organizzazioni dei diversi settori produttivi nell’ambito della responsabilità sociale d’impresa".

L’intesa è stata siglata in occasione del sesto Forum CSR dell’Abi, l’appuntamento annuale che l’associazione dedica alla responsabilità d’impresa (corporate social responsibility, CSR), edizione 2011 che si svolge sul tema"Sostenibilità e core business aziendale: un’integrazione che dà valore".

"L’accordo – informa l’Abi in una nota – muove dalla consapevolezza che la sostenibilità possa contribuire alla tenuta del tessuto economico e sociale del Paese, favorire la fiducia nel mercato e l’accelerazione della ripresa dalla crisi. Il Protocollo d’intesa è la prima iniziativa realizzata insieme da banche, imprese e istituzioni a sostegno della responsabilità d’impresa, con uno specifico riferimento alle aziende di piccole e medie dimensioni".

Si sta dunque lavorando per promuovere l’applicazione della CSR nell’attività delle imprese. Abi, Confindustria e Ministero dello Sviluppo Economico "intendono così estendere la loro collaborazione per sostenere una sempre migliore cultura d’impresa, con iniziative che promuovano: la maggiore diffusione e integrazione della sostenibilità nelle rispettive attività; la relativa rendicontazione di fattori sociali, ambientali e di governance come elementi integrativi degli ambiti finanziari; la rilevanza di questi aspetti con particolare attenzione alle piccole e medie imprese".

Comments are closed.