Calcio. MDC chiede risarcimento simbolico di 1 centesimo per cittadino

Ci costituiremo parte civile nel processo contro i "furbetti" del calcio. Con queste parole Antonio Longo, Presidente del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha lanciato la battaglia dell’associazione aprendo una strada per il risarcimento dell’Italia del pallone.

L’associazione chiede un risarcimento simbolico di 1 centesimo di euro da devolvere a politiche sportive giovanili e dedicate ai disabili per ogni cittadino italiano. La motivazione è che si è rovinata l’immagine del calcio italiano, che costituisce non solo un interesse economico (diritti televisivi, biglietti delle partite, abbonamenti, ecc.), ma anche un elemento importante dell’immaginario collettivo, del tempo libero e delle emozioni del popolo italiano.

L’occasione è stata il convegno "Il Pallone rubato. La comunicazione prima e dopo lo scandalo" tenutosi a Roma in collaborazione con l’Università La Sapienza, a cui è intervenuto anche Giovanni Lolli, Sottosegretario al Ministero delle politiche giovanili e attività sportive, il Preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione Mario Morcellini, Gianni Rivera, l’ex calciatore ora consigliere delegato del sindaco Veltroni per le politiche dello Sport, Alessandro Vocalelli, Direttore del Corriere dello Sport e Luca Valdisserri, giornalista del Corriere della Sera.

 

Comments are closed.