Class action e non solo nel nuovo Codice del Consumo

Il Codice del Consumo diventa sempre più la "Magna Charta" in materia di tutela dei consumatori. Dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico si può infatti scaricare il Codice integrato delle ultime novità in materia di class action e non solo. In particolare, nel testo troviamo: la nuova disciplina sulle pratiche commerciali scorrette (d.lgs n. 146/2007), l’inserimento delle disposizioni sulla vendita a distanza di servizi finanziari ai consumatori, la regolamentazione dell’attività di cooperazione tra autorità amministrative al fine della effettiva applicazione delle norme di tutela dei consumatori nelle diverse materie, e la disciplina dell’azione risarcitoria collettiva di recente introdotta dalla legge finanziaria 2008, approvata il 21 dicembre scorso e tuttora in corso di pubblicazione.

Tali modifiche fanno del Codice del Consumo un testo di riferimento sempre più completo, sia avuto riguardo alle materie disciplinate, le quali si sono arricchite ulteriormente rispetto al Codice del 2005, sia avuto riguardo agli strumenti per rendere effettivo l’esercizio dei diritti riconosciuti ai consumatori e maggiormente adeguate le forme di tutela previste; basti solo pensare all’introduzione della azione risarcitoria collettiva, destinata ad avere forti ripercussioni nei rapporti tra consumatori e controparti contrattuali, senza tuttavia dimenticare il rafforzamento dei poteri dell’autorità antitrust in materia di pratiche commerciali scorrette e la previsione di forme di coordinamento tra autorità di intervento nelle varie materie interessate dal Codice con riferimento sia alle attività nazionali che transfrontaliere.

 

Comments are closed.