Come risparmiare l’acqua? Ce lo insegnano i ragazzi

Hai chiuso il rubinetto?Potrebbe essere tuo figlio a chiedertelo, dopo aver visto la campagna "I giovani non fanno acqua". L’iniziativa per il risparmio idrico, che prevede una serie di spot radio e video trasmessi via internet, è stata presentata stamani a Roma da Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Emilia Romagna, Legambiente ed MTV Italia.

Obiettivo della campagna informativa (basata su dieci semplici regole) è quello di diffondere tra i giovani, utilizzando il web, le "buone pratiche" quotidiane mirate al risparmio del bene acqua. Nel nostro Paese, secondo il rapporto di Legambiente Ecosistema Urbano 2007, più del 90% dei comuni consuma ogni giorno tra i 100 ed i 250 litri per abitante. E pur vero che in Italia la gran parte dell’acqua è destinata ad usi agricoli e industriali (49% e 21%), come indicato nello studio Irsa-Cnr 1999. Ma per diffondere la cultura del risparmio occorre partire dalle piccoli azioni quotidiane del singolo cittadino.

Quale miglior veicolo dei giovani per agire sui consumi domestici? "I ragazzi – ha dichiarato il Ministro delle Politiche Giovanili e le Attività Sportive, Giovanna Melandri – sono consapevoli e sensibili alle tematiche ambientali. Possono essere dunque "portatori" di buone pratiche, per insegnare agli adulti i corretti comportamenti da adottare. La trasmissione via internet degli spot radio e video per la campagna sul risparmio di acqua consentirà di diffondere il messaggio in modo "virale" e capillare".

La campagna non è però nata oggi, ma ha tratto spunto dall’iniziativa "Acqua risparmio vitale" avviata dalla Regione Emilia Romagna nel 2004. "Grazie al progetto, che è proseguito fino ad oggi – ha affermato l’Assessore all’Ambiente e allo Sviluppo sostenibile dell’Emilia Romagna – rilevanti sono stati i riscontri fra la popolazione. Nella nostra regione ogni cittadino consuma quotidianamente circa 170 litri di acqua. Per migliorare la situazione, dal 2003 al 2005 è stata intrapresa a Bagnacavallo (Ra) una sperimentazione attuata con la distribuzione di un kit per il risparmio idrico (con un riduttore di flusso per rubinetti). Ciò ha consentito la riduzione dei consumi del 10%". "Abbiamo inoltre avviato – ha proseguito l’assessore – iniziative internazionali con Brasile, Eritrea e Palestina, incentrate sul tema acqua; ed in futuro proseguiremo su tale strada, anche applicando il sistema della tariffazione, al fine di incentivare le azioni virtuose".

"Lodevole l’impegno – ha sostenuto il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del MareAlfonso Pecoraro Scanio – di coinvolgere i giovani in una campagna ambientale. I ragazzi sono sempre attenti a tali tematiche e possono favorire la diffusione di una cultura ecologista. Sulla risorsa acqua il Ministero ha preparato una serie di proposte da presentare nella prossima Finanziaria, simili a quelle già messe in atto per il risparmio energetico". "In Italia – ha dichiarato il Ministro – esiste il massimo consumo pro capite dell’Europa. Il livello di spreco agricolo ed industriale è troppo alto: basterebbe usare acqua non potabile, adoperando ad esempio il sistema dei riuso". "I giovani – ha concluso Pecoraro Scanio – possono essere i "moltiplicatori le altre fasce d’età per divulgare il messaggio del risparmio idrico".

"Un ragazzo su quattro sotto i 25 anni – ha sottolineato Antonio Campo Dall’Orto, direttore di MTV Italia è disposto a fare qualcosa per l’ambiente. MTV già nel passato ha già attuato campagne informative su ecologia, sviluppo sostenibile e povertà, temi a cui i più giovani sono sempre più attenti. Il protagonismo positivo dei ragazzi deriva dai valori e dalle aspettative per il futuro, in base a cui possono educare le generazioni adulte". "Trasmetteremo – ha concluso il direttore di MTV Italia – .gli spot sull’acqua anche sulla rete televisiva di MTV (non solo via Internet), in modo costante, soprattutto nel periodo estivo".

Secondo Alberto Fiorillo, portavoce di Legambiente, si tratta di "una campagna fresca, in grado di arrivare in modo agile al messaggio di fondo". "E’ importante incidere – ha affermato Fiorillo – sul singolo, ma anche sul globale: enti locali e politica nazionale, per agire sui macroconsumi. Serve una politica attenta al risparmio idrico, ed un esempio è fornito dalla Regione Emilia Romagna con la ricerca sulle coltivazioni, che ha permesso di realizzare esperimenti produttivi per diminuire l’uso di acqua per determinate colture (con risparmi fino al 20%), oltre all’uso di microirrigazioni e all’adeguamento delle concessioni alle acque minerali". "Lavoreremo al massimo – ha dichiarato il rappresentante di Legambiente – nell’impegno sul tema acqua e, nel futuro, intendiamo istituire la giornata per il risparmio idrico".

Ecco il decalogo per il risparmio idrico domestico:

  • Apriti a nuove esperienze: Apriti a nuove esperienze: chiudi il rubinetto mentre ti lavi i denti, ti radi o fai lo shampoo.
  • Non perderti un bicchier d’acqua: un rubinetto che gocciola innervosisce. Ma soprattutto spreca migliaia di litri d’acqua.
  • Tocca sempre i tasti giusti: uno scarico del water che permette di regolare il flusso dell’acqua, fa risparmiare decine di migliaia di litri l’anno.
  • Fai il pieno di buone intenzioni: usa sempre la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico. Consumerai meno acqua. E meno energia.
  • Prendi il tubo per le corna: non lavare troppo spesso l’auto e quando lo fai usa il secchio.
  • L’acqua potabile merita un destino migliore. Segui il ritmo della natura: alle tue piante servono tante cure non tanta acqua.
  • Cambia le tue abitudini: montare un semplice frangigetto può farti risparmiare fino al 50% di acqua. Vai controcorrente: per lavare i piatti o le verdure: riempi un contenitore, lava e usa l’acqua corrente solo per il risciacquo.
  • Vai controcorrente: per lavare i piatti o le verdure: riempi un contenitore, lava e usa l’acqua corrente solo per il risciacquo.
  • Divertiti col telefonino: usa la doccia. Puoi risparmiare fino al 75%.
  • Leggi qualcosa prima di dormire: controlla il tuo contatore a rubinetti chiusi. Una perdita nelle tubature può costare moltissimo.

 

Comments are closed.