Conciliazione, accordo Confservizi e consumatori

Confservizi Emilia-Romagna e i consumatori hanno siglato l’accordo sulla conciliazione extragiudiziale paritetica per dare attuazione ai Protocolli d’Intesa sottoscritti nell’aprile 2005 e nel maggio 2006. Il Regolamento d’attuazione dei Protocolli prevede una fase di sperimentazione della durata di dodici mesi limitata per settori e per numero aziende, in cui le imprese si impegneranno a seguire le procedure di conciliazione extragiudiziale paritetica previste dai Protocolli.

Ad integrazione dei settori – energia e gas– individuati dai protocolli nazionali, Confservizi Emilia Romagna e le associazione dei consumatori promuoveranno l’estensione della conciliazione extragiudiziale paritetica ai settori dei servizi idrici e dei servizi ambientali. Le aziende che intenderanno sperimentare la conciliazione paritetica in questi settori lo faranno sulla base di specifici accordi con le Associazioni regionali dei consumatori. Confservizi Emilia Romagna, sentita l’Autorità Energia Elettrica e Gas, congiuntamente alle Associazioni regionali dei Consumatori definirà i programmi di formazione per i conciliatori.

Positivo il giudizio sull’intesa del Movimento Difesa del Cittadino (MDC) che ha affermato: "Questo accordo con le aziende associate a Confservizi Emilia-Romagna è il primo nel sistema Confservizi che realizza l’accordo nazionale e assume un particolare valore in prossimità della scadenza del 1° luglio quando scatterà la liberalizzazione piena del mercato energetico".

Comments are closed.