Conti correnti a confronto, come funziona? L’indicatore sintetico di prezzo

L’indicatore sintetico di prezzo e le icone grafiche permettono di confrontare in modo semplice il prezzo annuo ed i servizi inclusi nel canone dei diversi conti correnti. Tuttavia l’indicatore sintetico di prezzo fornisce un valore di riferimento che in alcuni casi potrebbe non riflettere esattamente i costi complessivi sostenuti dal correntista, nel caso in cui quest’ultimo acceda a prodotti e/o servizi non standard, tariffati ad un prezzo superiore a quello dei prodotti standard ovvero effettui operazioni (ad esempio, operazioni di bonifico) in numero maggiore rispetto a quelle contenute nel profilo di utilizzo.

E’ pertanto importante che il correntista verifichi che le proprie esigenze e caratteristiche di utilizzo del conto corrente siano compatibili con il profilo di utilizzo prescelto per il confronto dei conti. Infatti, una errata individuazione del profilo tipo da parte del consumatore può dare luogo ad un eventuale scostamento tra il prezzo indicato ed il prezzo effettivamente praticato dalla banca.

In alcuni casi, accanto all’indicatore sintetico di prezzo, verranno visualizzati il prezzo minimo ed il prezzo massimo complessivo, per profilo di utilizzo, di ciascun prodotto. L’indicazione di un prezzo minimo e massimo è rimessa alla scelta di opportunità della banca e può essere legata alla presenza di eventuali fattori che, pur avendo riflessi sul prezzo praticato dalla banca al consumatore, esulano dai profili predefiniti utilizzati da PattiChiari: per esempio, eventuali sconti sul canone della carta di credito per utilizzi di spesa superiori a soglie annue prefissate

Comments are closed.