DIRITTI. Abruzzo, disabile rischia di perdere casa. Interviene la Federconsumatori

Difendere un ragazzo disabile che rischia di perdere la propria casa. E’ questo il nuovo obiettivo che si è dato la sede abruzzese di Federconsumatori. L’Associazione si è mobilitata a sostegno del ragazzo in una vicenda che vede coinvolta una Finanziaria e un imprenditore edile di Chieti (il papà del ragazzo). Tra l’altro la vicenda sta interessando anche la Procura che ha apero un fascicolo d’inchiesta affidato alla Finanza della Polizia giudiziaria. Il patrimonio immobiliare della famiglia è a rischio, in virtù di un vertiginoso credito che una grande finanziaria vanta nei riguardi del padre del ragazzo, un imprenditore edile. I rapporti tra questa agenzia finanziaria ed il costruttore, secondo la famiglia del giovane disabile sono scarsamente trasparenti.

Dopo un esame attento e profondo delle informazioni raccolte, la Federconsumatori Abruzzo ritiene opportuno segnalare alla opinione pubblica tutta l’attenzione e sensibilità verso la tutela del ragazzo down dalla prospettiva di danni incalcolabili, soprattutto nell’ipotesi che la causa civile e penale in corso, dovesse dimostrare la fondatezza delle accuse, e la non legittimità del credito vantato dai vertici della Finanziaria . Il danno esistenziale procurato infatti potrebbe essere non quantificabile, ed, in alcuni casi particolari, come quello specifico, devastante. Una maggior cautela ed una visione più complessiva della vicenda rappresenta un buon viatico per una lettura più attenta della vicenda.

Comments are closed.