DIRITTI. CdM, via libera al riconoscimento dei figli legittimi come naturali

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il riconoscimento dello stesso stato giuridico ai figli legittimi e naturali. La parificazione di tutte le forme di filiazione -spiega una nota del Governo – quale che sia la fonte di formazione del legame giuridico, trova, infatti, il suo fondamento nel nostro impianto costituzionale che, sulla scorta dell’articolo 30 della Costituzione, tutela la filiazione come valore in sé, originale e non dipendente.

In materia di adozioni il provvedimento approvato dal Consiglio attribuisce al Ministro delle politiche per la famiglia nuovi compiti di vigilanza e controllo nei confronti degli Enti autorizzati e una nuova composizione della Commissione per le adozioni internazionali. Oltre ai compiti istituzionali già fissati dalla legge, il nuovo regolamento prevede che la Commissione stabilisca i criteri di idoneità per la concessione delle autorizzazioni agli Enti autorizzati. Tali misure non solo rendono la Commissione più qualificata da un punto di vista politico e tecnica, ma ne snelliscono l’operatività rendendo più certe ed efficaci le adozioni internazionali.

Comments are closed.